Articoli Analisi e Video sulla Price Action

 

[Arduino Schenato] Domenica 29 Ottobre 2017 - Ore 12:15:16

FARE MENO PER FARE MEGLIO

In svariati anni di trading personale ma anche come formatore nel settore trading con corsi di gruppo ma soprattutto di coaching one to one posso dire che moltissime persone approcciano al mondo del trading con una mentalità sbagliata, spesso il "diventare ricco in fretta" o " pochi soldi sul conto molta leva" sono pensieri o idee di chi inizia o vorrebbe fare il trader a tempo pieno.

Dopo questo prime idee sbagliate di chi inizia a fare trading spesso noto altri classici comportamenti comuni sbagliati ( a mio avviso ) come:

- fare analisi complicate di un certo mercato

- cambiare molte strategie

- cercare il "sacro graal" o la chiave che apre tutte le porte

- leggere un sacco di articoli o libri con differenti tecniche di trading

- concentrarsi più sulla tecnica e meno sull'approccio comportamentale corretto al trading

- voler darsi un obbiettivo giornaliero di profitto

Ci sono anche altre cose che portano a non avere risultati nel trading ma quelle sopra possono essere un riassunto abbastanza chiaro delle problematiche più importanti.

LESS IS MORE 

Si, hai letto bene... nel trading fare meno spesso porta a fare meglio!

Inutile cercare la strategia che non perde mai, meglio concentrarsi sull'approccio che "non perde mai" ovvero usare dei comportamenti abitudinari che ci fanno operare con serenità e che ci fanno stare a nostro agio anche quando abbiamo qualche periodo con alcune perdite.

So che per te è più bello sentir dire " wow, nel prossimo corso ti inegnerò la tecnica Bim Bum Bam che è una bomba, non perde mai, si può fare sui grafici a 1 minuto, fatta con candele nuove frin frun fran, con l'indicatore magico proprietario chiamato trallallerolerolà!

Non prendiamoci in giro, solo il giusto approccio mentale fatto attraverso un piano che ci fa vivere ogni giorno serenamente è la via per realizzarsi nel trading.

Focalizzarsi su:

- 1/2 time frame ( daily/weekly)

- una decina o poco più di mercati nei quali operare

- pochi set up  operativi di entrata in posizione ( 2/3 segnali operativi ) 

- analisi settimanale segnandosi le aree pù importanti dove nella settimana successiva operare

- trend più chiari 

Le cose semplici, come in tanti amibiti, sono spesso le più interessanti ed efficaci.

Una volta che tu analizzi un grafico settimanale e daily di un mercato, capisci quelle due cose che ti sta dcendo sarà poi quello stesso mercato a offrirti l'opportunità nei giorni successivi. 

Inutile stare davanti al computer ogni minuto cerfando disperatamente un segnale di entrata, questo NON è fare trading.  

Se impari a leggere la price action del grafico  tu non avrai bisongo di stare davanti al tuo pc tutto il giorno per trovare qualcosa su cui operare anzi...! Dovrai analizzare il grafico una volta a settimana e poi una volta al giorno per torvare qualcosa che è in linea con la tua analisi e una volta entrato in un mercato lo potrai seguire un paio di volte al giorno.. 5 minuti!

LESS IS MORE 

Il trading è DISCIPLINA, avere un piano serio e profittevole e RISPETTARLO!

Spesso noto moltissmi traders che quasi non sanno cosa vogliono vedere sul mercato che hanno di fronte invece è fondamentale sapere cosa si vuole vedere, cosa è compatibile con il mio metodo e fare solo ciò che è in linea con il mio stile operativo.

Cercare durante la settimana quelle 2/3 opportunità con alto tasso di possibile riuscita è il nostro compito, niente di più niente di meno. Si pensa che il trading sia troppo difficile, troppo complicato quando siamo noi i primi a complicarlo con analisi e atteggiamenti sbagliati!

Spero che anche questo articolo possa essere di aiuto a tutti coloro che ancora stanno combattendo per diventare traders profittevoli!

Se vuoi seguire ogni giorno le mie newsletter e l'operatività dai uno sguardo al servizio Platinum cliccando qui.

Buon trading SIMPLE!

Arduino

 

[Arduino Schenato] Martedi 17 Ottobre 2017 - Ore 10:38:59

Emozioni & Trading

In questi giorni ho ricevuto svariati messaggi relativi al mio modo di fare trading e tutti facilmente avevano un filo conduttore: le emozioni e soprattutto la paura.

Anche se tu sei un buon Price Action Trader, se non hai la capacità di gestire il tuo "io" quando sei dentro una operazione di trading avrai difficoltà nel guadagnare nel lungo periodo.

Da circa una settimana sono posizionato LONG su Gold ( come magari hai visto dall'articolo sul blog gratuito o perchè sei iscritto ai segnali del pacchetto platinum ) e, ovviamente, ci sono momenti in cui il mercato pur andando nella tua direzione, ha dei ritracciamenti o pause... e proprio su questa operazione ( che mi ha dato l'ispirazione per scrivere questo articolo ) ho ricevuto alcuni messaggi che dicevano:

- Non è il caso di andare a break even?

- Che sia meglio spostare lo stop almeno a metà rischio?

- Perchè non ti sposti lo stop a profitto?

- Perchè non chiudiamo l'operazione?

Tutte questa domande mostrano chiaramente paura, paura di perdere quanto si sta guadagnando, paura di andare a vedere una posizione in profitto ( ma non ancora di 1:1) tornare in perdita, paura di dare soldi al mercato e via dicendo. La paura porta a gestire le posizioni in maniera errata.

Facciamo un esempio facile da comprendere:

Se opero su un conto demo spesso le azioni che faccio durante la vita di una operazione cambiano infatti sul conto demo:

- Guardo la posizione 1 volta al giorno o forse anche meno

- Se la posizione ha delle oscillazioni non vado a chiudere l'operazione, tanto si dice " è demo, sono soldi finti...", "al massimo non perdo nulla", ecc.

Sono sicuro che ti è capitato di dire o pensare cose del tipo " con il demo si guadagna sempre " oppure " con il demo tutto è più facile " ... secondo te tutto questo non è dovuto al fatto che sul conto demo non abbiamo da gestire le nostre emozioni e soprattutto la nostra PAURA? Si? Bhe allora perche non cambi approccio e cerchi una modalità operativa che ti faccia rimanere più distaccato possibile dalle tue operazioni ? 

Ecco perchè sono sempre favorevole a:

- fare trading di qualità

- pochi setup chiari

- gestione del rischio calibrata

- cercare opportunità su grafici daily o weekly

- fare poche operazioni a settimana

Il trading biosgna trattarlo come qualsiasi altro business imprenditoriale, non ci sono segreti o cose impossibili se non avere una chiara e semplice metodologia e gestire le proprie emozioni: dobbiamo essere preparati ad accettare il rischio finanziario che è insito nell'attività di trading se vogliamo guadagnare dal trading.

Qualche giorno fa dopo un'analisi sul blog postata su facebook mi è capitato di avere una interessante discussione su cui vorrei far rifllettere ovvero " non ho molti soldi da investire quindi ho un piccolo conto di trading e per forza di cose devo fare un trading di tipo intraday con piccoli stop per evitare grosse perdite ". I

n questo caso abbiamo il fattore emotivo portato in primo piano e la mia risposta è stata questa

Grande illusione per tutti i mini-traders: intraday 30 pips di stop con rischio di 30 euro a trade, almeno 3 operazioni al giorno = 90 rischio al giorno= 450 euro di rischio alla settimana svariate operazioni a settimana non tutte pianificate, a volte si reagisce per vendetta, emozioni, non si lascia spesso correre il profitto; Daily = 120 pips di stop a trade, 2 operazioni a settimana, 200 euro di rischio per trade, max rischio a settimana 400 euro, trades ben pianificati, studiati prima, rischio ben calcolato, meno emozioni, non si guarda sempre il grafico, si lascia correre. Dove pensi si perdano più soldi? Purtroppo la grande illusione dei piccoli stop ce l'ha il 90 % della gente... peccato sarebbe tutto molto piu semplice facendo mooolto meno!"

In questa mia risposta c'è l'essenza del mio mindset da price action trader.

E questo non solo per l'accuratezza del segnale di entrata ma in buona parte anche perchè il lavorare in questo modo mi porta ad essere molto più tranquillo nella gestione delle mie emozioni, il non dover guardare il grafico in maniera costante perchè ho pianificato bene il mio deal e il mio stop loss è posizionato attorno a dei livelli molto importanti che mi fanno stare più sereno nel lasciare correre la posizione senza dover per forza spostarmi a break even o a profitto troppo velocemente vedendomi poi toccare lo stop e il giorno successivo guardare la mia possibile posizione andare a target. In via generale sto trattando quel conto reale come se fosse un conto demo.

Questa è un piccolo estratto della mia visione, una piccola rilfessione che può però aiutare i più nel cercare di migliorare la propria attività di trading.

Se vuoi approfondire le mie metodologie di trading puoi fare l'iscrizione al servizio segnali "Platinum" dove puoi avere accesso alla trading room e alle analisi e segnali "end of day"  oltre che avere i t.s. di Gianmarco sulla ftw e partecipare al gruppo privato su facebook clicca qui 

Buon TRADING SIMPLE!

Arduino

 

 

 

DISCLAIMER
Il presente sito ha esclusivamente finalità didattiche. Non deve pertanto essere inteso in alcun modo come consiglio operativo di investimento nà come sollecitazione alla raccolta di pubblico risparmio. I risultati presentati - reali o simulati - non costituiscono alcuna garanzia relativamente a ipotetiche performance future. L'attività speculativa comporta notevoli rischi economici e chiunque la svolga lo fa sotto la propria ed esclusiva responsabilità, pertanto gli Autori non si assumono alcuna responsabilità circa eventuali danni diretti o indiretti relativamente a decisioni di investimento prese dal lettore. Il navigatore, pertanto, esonera Arduino Schenato, Here Forex, i suoi soci e collaboratori, nei limiti di legge, da qualsiasi responsabilità comunque connessa o derivante dal presente sito internet.