Trade the Market with my "Price Action Naked Method"

Su Forex, Indici, Materie Prime e Azioni
 
 
Articoli, commenti e strategie con Arduino Schenato!

 

 

Articoli e Video GRATIS!

 

Che cos' la Price Action?

Spesso mi viene rischiesto "che cos'è la price action" e, quindi,  ho deciso di riportate un vecchio articolo scritto dal sottoscritto per Traders' Mag oramai circa 4 anni fa ma sempre molto attuale.

Se sei un novizio nel mercato del Forex trading, o un trader con esperienza, sicuramente avrai sentito parlare di “Price Action trading” e magari ti stai chiedendo come opera

un price action trader professionista.

In questo scritto vorrei spiegare con semplicità cos’è la price action e perchè ho scelto di utilizzare le strategie operative dedicate all’azione dei prezzi , costruendo un metodo di lavoro che si avvicina molto al trattare questo business del trading come un qualsiasi altro imprenditore fa con la sua azienda per creare utili, cercando di mantenere il più possibile i costi contenuti

Cosa si intende per Price Action?

Il price action trading è un tipo di trading basato esclusivamente sulle dinamiche dei prezzi senza l’ausilio di nessun altro indicatore o oscillatore che possa distorcere quello che il prezzo mi sta indicando. In questo tipo di trading non vengono prese in considerazione tutte le dinamiche basate sulla lettura delle news macroeconomiche.

In breve, lavorare con la price action significa dare totale affidamento a quello che il grafico “nudo” dei prezzi ci sta indicando.

Credere ciecamente e senza nessun dubbio che i prezzi scontano qualsiasi cosa ed è quindi essenziale non farsi condizionare da aspetti esogeni. Se la price action mi indica di comprare un certo strumento finanziario o una coppia di valute , mentre i dati macro relativi mi indicano il contrario, la mia scelta deve essere quella di basarmi solo sulla price action senza nessuna esitazione.

Quali sono i vantaggi di essere un Price Action Trader?

I vantaggi di lavorare attraverso la price action sono numerosi.

Vediamone alcuni:

Metodo Universale

La price action è una metodologia che può essere utilizzata su qualsiasi strumento negoziabile. Non basandosi su indicatori di nessun tipo, ma solo sul prezzo, non ci sono mercati dove non funziona purchè siano mercati liquidi e basati su time frames alti, no intraday. NON è un metodo meccanizzabile, ogni momento è differente e la prcie action ingloba questo aspetto analizzando con attenzione i maggiori livelli, i trend in atto e i segnali di prezzo.

Strategie semplici

Le tecniche operative sono molto intuitive e semplici soprattutto se messe a confronto con altre tecniche di trading. Non occorre essere un genio della matematica o un esperto in statistica per operare con la price action. La tecnica può davvero essere appresa da chiunque.

Non richiede nessun indicatore

Spesso sento dire che un trading senza indicatori non è possibile. Credo invece che la forza del metodo che utilizzo sia proprio quello di non avere nulla se non il prezzo che mi indica cosa fare. Avere poche cose ma sempre quelle da osservare aumenta la propria sicurezza e ci fa essere più specializzati. SOLO il prezzo dice cosa è accaduto tra compratori e venditori in un mercato e ci può indicare la via da seguire.

Minimizza la psicologia “cattiva” che si ha quando si fa trading

Il metodo della price action che utilizzo e che ho creato lavora esclusivamente su grafici con time frames molto ampi. Il time frame più utilizzato è quello giornaliero e questo aiuta ad essere meno emotivi nelle proprie scelte da trader e da investitore. Infatti, lavorando in questo modo , le scelte operative possono essere fatte con calma durante il giorno, analizzando con estrema cura i grafici dei più svariati strumenti finanziari. Io personalmente utilizzo il mercato forex e dei cfd come le maggiori materie prime, i maggiori indici di borsa mondiali e titoli azionari maggiormente liquidi. Quando il dato del prezzo è quello “end of day” sul grafico daily posso capire se è presente uno dei segnali che fanno parte della mia metodologia operativa. Lascerò quindi che il mercato mi indichi nei giorni successivi se ho preso una decisione profittevole o costosa, ma non andando a gestire queste scelte con frenesia e analisi poco curata come può succedere per i traders che utilizzano time frames intraday.

I segnali di trading sono semplici da identificare

Un segnale di trading per un price action trader è un evento grafico di prezzo dato solitamente da una o al massimo due candele su time frame daily . Questo segnale è quindi semplice da identificare con della pratica. Ovviamente i segnali di un price action trader devono essere filtrati dal trend in essere del mercato preso in oggetto e dall’identificazione delle aree importanti dove il prezzo potrebbe reagire con forza.

Tempo libero

Il price action trading non è un’attività da scalper. Non è quindi frenetica e non è opportuno monitorare le proprie operazioni ogni 5 minuti, anzi è proprio indicato rimanere lontani dalle proprie operazioni almeno per 24 ore dopo l’entrata a mercato e la gestione delle posizioni va fatta proprio ogni 24 ore. Ovviamente nel tempo che abbiamo a disposizione durante il giorno possiamo dedicarci ad analizzare i grafici degli strumenti che amiamo trattare per cercare opportunità che diventeranno concrete alla chiusura della sessione di trading daily.

Strategie di Trading con la Price Action

Ogni giorno sempre più persone vengono a conoscenza del mercato dei cambi e la ricchezza potenziale che può generare non solo in termini materiali, ma anche di professione e quindi di vita vissuta. Nella rete troviamo tantissimi brokers che si propongono con un fare molto aggressivo mostrando possibili guadagni da sogno, attraverso un mini investimento iniziale. Queste pubblicità sono ingannevoli ed io sono molto critico nei confronti di esse. Il “get rich quick” di queste pubblicità è anche uno dei punti chiave che fanno risultare il trading sul forex un’attività statisticamente perdente per molti traders retail.

Le persone si avvicinano con delle aspettative troppo grandi rispetto al proprio investimento e, attraverso un NON piano di trading , usano leve finanziarie esagerate che conducono al fallimento del trader. Nel trading si deve essere come dei maratoneti non velocisti. In questo mestiere serve la resistenza e la disciplina. L’importanza di avere una solida strategia operativa, un vero e proprio piano di lavoro, un metodo su cui appoggiarsi e sul quale si crede al 100%. Una metodologia dove il rischio è sempre tenuto sotto controllo.

Quando una persona si approccia al trading aprendo un conto reale con un intermediario, solitamente non ha nessuna strategia operativa, nessun piano di money management, nessuna idea di come gestire questo business. Queste persone seguono dove sta andando il prezzo e cercano di operare entrando “a caso” nei mercati, magari usando una leva finanziaria impropria. Ogni trader professionista sa che questo è il “suicidio” del proprio account di trading ma sa anche che è il primo step “formativo” a cui si deve spesso lasciare qualche soldo. Il mercato è il primo ed è il più duro formatore per ogni trader. Il trading è una professione in continua evoluzione e un vero trader è sempre umile nell’apprendimento del mercato e nel migliorare il proprio piano. Il trader neofita che apre il primo real account di trading è senza sentiero scritto da percorrere.

Possiamo paragonare questa esperienza come quando si è alla guida di un’auto che non conosciamo in un'area sconosciuta senza avere una mappa stradale o un navigatore stradale che ci indichi dove siamo e dove stiamo andando: il metodo di trading è la mappa, il nostro navigatore.

Keep It Simple

Una cosa che ho imparato nel tempo è il mantenere il più possibile il proprio trading semplice. Ci sono moltissimi metodi e “robot” che operano attraverso il filtro di indicatori e oscillatori, allontanandosi sempre di più dai veri movimenti di prezzo. Spesso vedo grafici molto confusionari pieni zeppi di oscillatri e indicatori da chi viene alle mie giornate di formazione. Io invece, essendo un Price Action trader, utilizzo grafici "naked", puliti, nudi, solo il prezzo e una media mobile. Meno confusione nel grafico meno confusione nella nostra testa.

La chiarezza di un grafico semplice è la chiave per capire prima di tutto cosa sta facendo il prezzo dello strumento che stiamo analizzando . Se non riusciamo a leggere il grafico attraverso l’analisi del prezzo e ci affidiamo completamente ad oscillatori ed indicatori, siamo sulla giusta via per fallire.

'Semplicità' , questa è la chiave che apre la porta al successo nel trading.

Due cose importanti da tenere in considerazione sono quindi il trend e le aree importanti di prezzo. In questo modo si possono ottenere strategie operative di entrata nel mercato altamente gratificanti con un basso rischio e un possibile alto rendimento. Questi sono i principi base di  chi opera attraverso la mia metodologia di price action trading.

Un grafico pulito con le sole giuste zone importanti di prezzo, la tendenza principale e un segnale di price action: tutto ciò illustra la potenza del mio approccio operativo.

Questo è uno tra tanti possibili esempi di come un price action trader fa trading con relativa SEMPLICITA’.

I migliori time frames di un price action trader

Per quanto mi riguarda il mio trading è basato essenzialmente su grafici a time frame giornaliero, daily. I migliori time frames su cui operare e quindi cercare opportunità, seguendo i principi chiave del trading naked con la price action, sono dal time frame a 4 ore in avanti. Più si abbassa il time frame più si può incappare in problematiche operative, difficoltà di gestione emotiva, falsi segnali, non ottimale money management. Chi, quindi, volesse operare attraverso la più “nuda” price action deve lavorare sempre dal time frame a 4 ore in su cercando di avere chiara la situazione del grafico mensile e weekly per poi fare operazioni basate più frequentemente su segnali dati da un grafico daily.

Operatività nei mercati con ordini pendenti

Una cosa importante nel trading con la price action è l’utilizzo quasi esclusivo di ordini pendenti per operare.

Significa che difficilmente si entra in una operazione direttamente a mercato. 

Gli ordini pendenti sono breakout o pullback in linea con il tipo di segnale che il mercato mi offre e con la strategia che intendo utilizzare. Nel mio arsenale di strategie di entrata, solitamente mescolo molto bene queste due modalità operativa a seconda del mercato e della situazione che mi ritrovo davanti. Inoltre, si può optare, con tecniche avanzate di money management, ma sempre molto semplici da imparare, per l’inserimento di entrambi gli ordini con una modalità in stile piramidale che , quindi , aumenta il size ( ma non il rischio )  più il prezzo va nella direzione da noi auspicata.

L’importanza del rapporto rischio:rendimento

Uno degli ingredienti principali di un piano di trading che funzioni è l’utilizzo di un money management pratico, chiaro, semplice ed efficace. Qualsiasi metodologia di trading senza un money management non sta in piedi per molto tempo. Ciò che ho notato in questi anni di formazione è una situazione comune a moltissimi traders, ovvero quella di non avere un severo controllo del rischio. La metodologia basata sulla price action naked, ovvero il mio metodo di lavoro, si basa su un regolato e chiaro money management che ben si addice al tipo di operatività data dall’utilizzo di questo metodo. Infatti, lavorare in stile “end of day” , a bocce ferme, oltre a riuscire a offrire calma al trader e quindi un’analisi di prezzo non impulsiva, ma riflessiva e ponderata, offre tutto il tempo per stabilire esattamente il rischio e il possibile rendimento per ogni transazione che si vuole percorrere. Tutto questo offre una forte libertà mentale al trader che, avendo impostato esattamente tutta l’operatività nella sua piattaforma di trading, non soffre di tensione o stress che spesso può comportare in questa attività, scelte sbagliate sia in punto tecnico-operativo sia sulla gestione del rischio.

 

N.B. : CORSO DI UN GIORNATA INTERA IL 15 DICEMBRE A MILANO NELLA SEDE DI IG 

Io e Bruno Moltrasio per la primissima volta insieme abbiamo creato una giornata dedicata principalmente al giusto approccio ai mercati e le strategie più efficaci e semplici per fare trading sul forex con un piano dedicato mantenendo una corretta gestione del rischio. Per iscrizioni clicca qui.

 
DISCLAIMER
Il presente sito ha esclusivamente finalità didattiche. Non deve pertanto essere inteso in alcun modo come consiglio operativo di investimento nà come sollecitazione alla raccolta di pubblico risparmio. I risultati presentati - reali o simulati - non costituiscono alcuna garanzia relativamente a ipotetiche performance future. L'attività speculativa comporta notevoli rischi economici e chiunque la svolga lo fa sotto la propria ed esclusiva responsabilità, pertanto gli Autori non si assumono alcuna responsabilità circa eventuali danni diretti o indiretti relativamente a decisioni di investimento prese dal lettore. Il navigatore, pertanto, esonera Arduino Schenato, Here Forex, i suoi soci e collaboratori, nei limiti di legge, da qualsiasi responsabilità comunque connessa o derivante dal presente sito internet.