Trade the Market with my "Price Action Naked Method"

Su Forex, Indici, Materie Prime e Azioni
 
 
Articoli, commenti e strategie con Arduino Schenato!

 

 

Articoli e Video GRATIS!

 

Diventare Trader Ep. 24: il tempo e l’allenamento

“Una volta chiesi a Kobe come potessi migliorare ancora: mi rispose che lui tirava 1000 volte al giorno. Da quel momento decisi di farlo anche io: l’anno dopo arrivai secondo nella corsa MVP.” Dwight Howard.

In questo articolo voglio partire da questa frase. Un pensiero che nei grandi sportivi risuona spesso e che in realtà è applicabile in tutto ciò che facciamo. La costanza nell’allenamento è quel fattore che contraddistingue un fuoriclasse da una persona con ottime capacità.

Nel trading dovremmo puntare a diventare dei fuoriclasse. Se decidiamo che questo è il nostro obiettivo allora dobbiamo rimboccarci le maniche, apprendere e allenarci con costanza. In primo luogo, bisognerebbe effettuare un’analisi personale della propria forma mentis del trader. Ovvero cercare di capire quante competenze tecniche abbiamo sviluppato o conosciamo, quanto conosciamo il nostro lato emotivo e come funziona la nostra mente.

Dopo aver fatto questa accurata e sincera analisi conosciamo il nostro punto di partenza e sappiamo cosa dobbiamo sviluppare. In questa fase, che a mio parere non ha fine, dobbiamo focalizzarci sull’apprendimento e l’allenamento. Ma cosa significa?

Dedicare il giusto tempo alle analisi dei mercati, al confronto con altri trader, più o meno formati che siano, alle analisi dei trade effettuati è ciò che significa allenare il lato tecnico e acquisire sensibilità ed esperienza.

Dedicare il giusto tempo allo sviluppo interiore cercando di apprendere sempre di più come funziona il nostro cervello attraverso percorsi di consapevolezza, o studi personali è ciò che ci permette di allenare la nostra mentalità da trader, ovvero come utilizziamo la nostra mente.

Come Dwight Howard potremmo renderci conto, dopo qualche tempo, che, ripetendo costantemente dei movimenti, nel nostro caso analizzando il mercato e cercando di migliorare sempre di più, i risultati ottenuti vanno al di là delle nostre aspettative iniziali.

Ho parlato di giusto tempo, e spesso sento domande rivolte ad Arduino e Antonio che riguardano il tempo: “quanto ci vuole per diventare trader?”, “quanti mesi devo apprendere per poi fare le operazioni?”, “dopo quanto tempo divento profittevole?”

Io penso di aver capito che non esiste un tempo preciso. Penso che quando si decide di intraprendere la vita del trader, ma è possibile estenderlo a qualsiasi altro lavoro o situazione, si dovrebbe pensare più al presente e cercare di apprendere e allenarsi con costanza, piuttosto che pensare a quanto tempo manca prima di diventare trader. Spesso trattiamo il tempo come una risorsa scarsa e questo ci porta a cercare di ottenere le cose velocemente, a perdere la pazienza e abbandonare alle prime difficoltà. Dovremmo invece renderci conto che di tempo ne abbiamo e trattarlo come una risorsa abbondante, solo così riusciremo ad avere la pazienza e la costanza di lavorare, senza farci influenzare da scadenze temporali da noi imposte.

Alla prossima,

K.I.S.S. Traders.

 

 

 
DISCLAIMER
Il presente sito ha esclusivamente finalità didattiche. Non deve pertanto essere inteso in alcun modo come consiglio operativo di investimento nà come sollecitazione alla raccolta di pubblico risparmio. I risultati presentati - reali o simulati - non costituiscono alcuna garanzia relativamente a ipotetiche performance future. L'attività speculativa comporta notevoli rischi economici e chiunque la svolga lo fa sotto la propria ed esclusiva responsabilità, pertanto gli Autori non si assumono alcuna responsabilità circa eventuali danni diretti o indiretti relativamente a decisioni di investimento prese dal lettore. Il navigatore, pertanto, esonera Arduino Schenato, Here Forex, i suoi soci e collaboratori, nei limiti di legge, da qualsiasi responsabilità comunque connessa o derivante dal presente sito internet.