Trade the Market with my "Price Action Naked Method"

Su Forex, Indici, Materie Prime e Azioni
 
 
Articoli, commenti e strategie con Arduino Schenato!

 

 

Articoli e Video GRATIS!

 

Diventare Trader Ep. 26: Meetup Annuale

Buongiorno Traders, ci troviamo a fine 2020 e come tutte le aziende, anche per noi trader, è arrivato il momento di “tirare le somme” e impostare gli obiettivi per l’anno successivo. In questo articolo vorrei parlarvi di come, a mio parere, può essere utilizzato questo periodo per creare, nella nostra azienda di trading, delle giuste fondamenta per l’anno 2021.

Ovviamente questo “meetup aziendale” vede solo noi come protagonisti e ciò che abbiamo fatto durante l’anno, pertanto è fondamentale riuscire ad utilizzare un approccio neutro, focalizzando l’attenzione sull’autoapprendimento.

 

Come prima analisi potrebbe risultare ovvio osservare se l’anno si è concluso positivamente o meno. In realtà, per quanto mi riguarda, questo dato lo lascerei alla fine. Questo perché essendo un trader neofita, ritengo molto più importante valutare come ho fatto i trade, quanto sono migliorato e in cosa posso migliorare, piuttosto che vedere il risultato. È anche ovvio che tale dato è comunque un dato importante da dover analizzare, ma lo faremo successivamente.  Essendo il mio primo “mezzo anno” nel mondo del trading e con la price action, la prima valutazione che ritengo fondamentale da fare è quella di verificare se il metodo che mi sta trasmettendo Arduino e il gruppo di Hereforex è in linea con il mio stile di vita. Ritengo che l’analisi del metodo sia fondamentale per ognuno di noi neofiti, perché, come dice sempre Arduino, ciò che dovremmo fare è crearci un vestito su misura e se tale vestito ha uno stile che a noi non piace a prescindere, non vedo come potremmo mettercelo.

 

Entriamo adesso nella sezione più grande del nostro meetup: L’analisi dei trade effettuati. Grazie al trading diary, offerto da Hereforex per gli studenti della scuola di trading platinum, possiamo andare ad analizzare uno ad uno tutti i trade effettuati durante l’anno. Questa cosa è anche possibile perché il metodo della price action non effettua moltissime operazioni durante l’anno, pertanto analizzarle una ad una non diventa un “lavoraccio infinito”. Ma come deve essere effettuata l’analisi? Ne ho parlato in maniera approfondita in un articolo a cui vi rimando (clicca qui). In breve, ciò che vi consiglio di fare è quello di segnarvi, per ogni trade, cosa potrebbe essere stato fatto non in linea con il metodo, cosa potrebbe essere migliorato e cosa è stato fatto in maniera ottimale. Alla fine delle analisi questo foglio vi servirà per stilare dei punti su cui poter lavorare e migliorare o delle situazioni su cui porre maggiore attenzione perché particolarmente interessanti.

 

Dopo aver effettuato una prima analisi tecnica, personalmente fatta senza analizzare gli R/R dei vari trade o gli esiti, ho analizzato una seconda volta tutti i trade ponendo questa volta attenzione all’aspetto economico, creando un’analisi sia globale, ovvero analizzando il massimo periodo di drawdown rispetto al profitto annuale ottenuto, sia locale ovvero analizzando sia per trade che per mercati i rischi medi utilizzati rispetto ai rendimenti attesi e gli esiti dei vari trade. Questa analisi economica, insieme a quella tecnica, mi permette di capire in quali aspetti potrei migliorare, su che mercati porre maggiore attenzione o che rischi assumermi e come assumermeli per l’anno successivo.

 

Ultima analisi ma non meno importante riguarda la nostra mentalità. Abbiamo accettato veramente i rischi assunti durante l’anno? Abbiamo fatto operazioni consapevoli? Abbiamo capito un po’ di più come funziona il nostro cervello e come possiamo gestire le nostre emozioni? Quanta importanza abbiamo dato all’aspetto mentale? Queste domande sono solo alcune delle possibili domande da porci per capire se il nostro anno di trading è stato un anno all’insegna della consapevolezza oppure un semplice e scorretto copy trading.

 

Una volta effettuate tutte queste analisi bisogna creare un business plan, ovvero, un piano all’interno del quale sono scritte tutte le “regole” che la nostra azienda di trading dovrà seguire per l’anno successivo. All’interno di questo piano è fondamentale considerare tutto ciò che si è appreso facendo l’analisi dell’anno precedente. Il business plan a mio parere dovrà essere suddiviso in tre macrosettori:

  1. Dedicato al money management all’interno del quale devono essere inserite tutte le regole e considerazioni sui rischi da assumersi mediamente, i massimi rischi e la gestione del capitale.
  2. Dedicato all’aspetto tecnico, ovvero, secondo quali criteri effettuare delle operazioni come analizzare la struttura, che timeframe utilizzare e che trigger operativi considerare.
  3. Dedicato alla mentalità. Scrivere all’interno del piano che tipo di aspetti della nostra mentalità applicata al trading migliorare, ci aiuta a consapevolizzare dove siamo e dove vogliamo arrivare. Inserire delle ore da dedicare a questo aspetto o dei percorsi da seguire ci aiuta a crescere e migliorare la nostra azienda.

 

Riguardo a questo business plan, ogni anno, Arduino riscrive e perfeziona il suo personale business plan e lo rende disponibile a noi studenti della scuola, con annesso di spiegazione in trading room, in modo tale da poter avere un fax simile e poterci sempre migliorare anche su quest’aspetto.

 

Vi auguro buon Anno, alla prossima,

K.I.S.S. Traders.

 

 

 
DISCLAIMER
Il presente sito ha esclusivamente finalità didattiche. Non deve pertanto essere inteso in alcun modo come consiglio operativo di investimento nà come sollecitazione alla raccolta di pubblico risparmio. I risultati presentati - reali o simulati - non costituiscono alcuna garanzia relativamente a ipotetiche performance future. L'attività speculativa comporta notevoli rischi economici e chiunque la svolga lo fa sotto la propria ed esclusiva responsabilità, pertanto gli Autori non si assumono alcuna responsabilità circa eventuali danni diretti o indiretti relativamente a decisioni di investimento prese dal lettore. Il navigatore, pertanto, esonera Arduino Schenato, Here Forex, i suoi soci e collaboratori, nei limiti di legge, da qualsiasi responsabilità comunque connessa o derivante dal presente sito internet.