Trade the Market with my "Price Action Naked Method"

Su Forex, Indici, Materie Prime e Azioni
 
 
Articoli, commenti e strategie con Arduino Schenato!

 

 

Articoli e Video GRATIS!

 

Il Valore Degli Stop Loss

( Quella sotto è un'analisi indipendente di Arduino e Antonio,  la quale non si intende come un consiglio operativo ma come informazione generale e con finalità didattiche )

Una delle componenti più delicate del trading sono gli Stop Loss: nonostante il significato letterale sia “blocco della perdita” e quindi è una misura di sicurezza che salvaguarda il capitale, molto spesso invece l’interpretazione che si dà è prettamente negativa.

Con questo non intendo certo dire che prendere uno stop loss sia positivo, ma se consideriamo tutti i fattori non è solo negativo.  

Negativo invece è prenderne molti e qui ci dovremmo interrogare sui motivi; infatti lo stop loss è una conseguenza del nostro modo di operare e se vogliamo risolvere il problema dobbiamo agire in causa, non lamentarci dell’effetto.

A livello tecnico dobbiamo partire dal presupposto che è impossibile trovare la strategia operativa che non perde mai, e quindi dobbiamo analizzare ed usare gli stop presi per creare le condizioni che ci portino a limitarli al massimo nei successivi trades.

Ci sono alcune strategie che usano stop molto “stretti” come se questo fosse un fattore di cui fregiarsi, mentre, a mio avviso, lo stop loss non deve essere né troppo stretto né troppo largo ma deve essere giusto e posizionato secondo ragioni soprattutto tecniche non solo numeriche. 

I numeri tondi, i livelli di massimo/minimo precedente importante ( su t.f. come daily o weekly ), aree di interesse passato chiari sono alcuni dei punti importanti dove il mercato potrebbe "girare" o "accellerare" ed è quindi fondamentale posizionarsi non su questi punti ma lontano da essi per evitare di essere colpiti da stop loss senza senso. 

Come si può notare dal grafico sopra troviamo la coppia forex Eur/Usd nelle ultime settimane.

Aveva mostrato un swing high in zona 1.1840 ( molto vicina al numero tondo 1.1850 e massimo di periodo ) poi aveva creato qualche giornata di consolidamento che poteva essere utilizzata in price action per cercare di vendere il breakout ribassista dei minimi area 1.1720. Lo stop loss posizionato esattamente sul massimo o 2/3 pips sopra il massimo ( swing high ) sarebbe stato eseguito visto che il massimo di qualche giorno successivo è stato 1.1852 ( 1.1850 numero tondo ). 
Questa è la classica situazione che spesso sento predicare soprattutto dai neofiti traders ma non solo ovvero : ogni volta che posiziono lo stop loss e mi viene eseguito poi rivedo il mercato andare nella mia direzione, quindi meglio non usarlo!!!

Questo porta spesso a cercare quindi metodi senza gli stop loss ( si avete capito bene... ) proprio per questo motivo...

Niente di più sbagliato: gli stop loss servono ma devono essere posizionati in una zona non troppo vicina a dove probabilmente tanti traders lo hanno posizionato ovvero le zone che ho citato poco sopra.

Cerchiamo, come dico sempre, di ragionare sul mercato e di lavorare quindi con la testa riflettendo, il mercato non è sempre uguale e ogni volta dobbiamo capire qual è il punto migliore dove lo stop loss deve essere inserito perchè risulti un aiuto e non una negatività del nostro metdo operativo.

A livello psicologico poi dobbiamo imparare a dare per scontato che, se la strategia che stiamo utilizzando nel passato ha avuto per esempio un ottimo 60% di Win Rate, comunque almeno 4 volte su 10 che entreremo a mercato siamo “destinati” a prenderci lo SL, nonostante abbiamo anche posizionato lo stop in maniera tecnicamente perfetta.

Ovvio che se partiamo da questa consapevolezza ci risulterà più semplice accettare la perdita.

Dobbiamo imparare anche a ragionare sul fatto che i risultati vanno analizzati e giudicati nel medio/lungo periodo ed invece appena vediamo il segno meno sul nostro conto, il nostro cervello si “dimentica” di considerare la statistica eventualmente favorevole della nostra strategia mettendola in discussione senza se e senza ma. Non parliamo poi dei casi in cui iniziano ad esserci 2 o più stop consecutivi…..

Personalmente registro le mie operazioni in un diario di trading e periodicamente le analizzo, e questo mi aiuta a mantenermi equilibrato quando prendo uno stop loss perché so che la statistica della mia strategia operativa è ampiamente positiva.

Inoltre quando entro in una posizione do già per scontato che quella percentuale del mio conto che ho deciso di rischiare l’ho già spesa e che solo se sarà preso il target che ho impostato mi sarà restituita con gli “interessi”. Per questo motivo io non entro mai in un’operazione se non vedo che la stessa ha una prospettiva di rischio:rendimento inferiore all’1:1.

Senza perdite nessun guadagno, questo deve essere il motto con cui si affronta il mercato: le perdite per noi sono i costi della nostra "azienda trading" e ci saranno sempre.

Dobbiamo infatti pensare al fatto che non esiste nessuna attività al mondo che abbia solo ricavi senza avere anche dei costi: tecnicamente i costi “servono” a fare i ricavi, perchè senza costi non si avrebbero ricavi. Nel trading i costi vengo chiamati “Stop Loss”.

Stay Focused & Buon Trading Simple

Antonio Izzi & Arduino Schenato

Team HereForex

 

 
DISCLAIMER
Il presente sito ha esclusivamente finalità didattiche. Non deve pertanto essere inteso in alcun modo come consiglio operativo di investimento nà come sollecitazione alla raccolta di pubblico risparmio. I risultati presentati - reali o simulati - non costituiscono alcuna garanzia relativamente a ipotetiche performance future. L'attività speculativa comporta notevoli rischi economici e chiunque la svolga lo fa sotto la propria ed esclusiva responsabilità, pertanto gli Autori non si assumono alcuna responsabilità circa eventuali danni diretti o indiretti relativamente a decisioni di investimento prese dal lettore. Il navigatore, pertanto, esonera Arduino Schenato, Here Forex, i suoi soci e collaboratori, nei limiti di legge, da qualsiasi responsabilità comunque connessa o derivante dal presente sito internet.